Ho incontrato, o meglio, mi sono scontrata con la verità difficile ventisei anni fa, quando, per puro caso, mi sono scoperta un nodulino al seno; i sospetti sulla vera natura del male mi sono poi stati confermati dai successivi accertamenti: ero quindi malata di tumore. Ne sono stata informata in modo molto diretto dal chirurgo: " E' bene che lei sappia la verità, perché l'esperienza ci insegna che solo l'ammalato conscio del proprio male collabora fattivamente alla guarigione, accettando le cure e le indagini necessarie" e poi ha aggiunto altre spiegazioni sulla natura e l'entità dell'intervento. Ma chi lo ascoltava? Il discorso era di conforto a mio marito, a cui un altro medico disumano aveva buttato in faccia la realtà, consigliandolo di mettermi in mano a un chirurgo e che Dio me la mandasse buona, ma io avevo solo realizzato l'idea che ero malata di tumore.


Scarica il PDF con la storia completa, clicca sul link sottostante:
http://www.oncologiabiellese.org/wp-content/uploads/2015/02/4-La-Storia-di-Emiliana.pdf